Monastero Esarchico di Santa Maria di Grottaferrata - Monaci Basiliani

Corso del Popolo, 128 - 00046 Grottaferrata (RM) - Tel. (0039) 06.9459.309 - Fax (+039) 06.9456.734

Ελληνικά English Français Deutsch Brasil Русский
  • Veduta panoramica
  • Portale d'ingresso
  • Tratto delle mura roveriane
  • La Basilica di S. Maria
  • Mosaico bizantino
  • Arco trionfale
  • Criptoportico
  • La fortezza di notte
Veduta panoramica1 Portale d'ingresso2 Tratto delle mura roveriane3 La Basilica di S. Maria4 Mosaico bizantino5 Arco trionfale6 Criptoportico7 La fortezza di notte8
LITURGIA E CELEBRAZIONI -> Introduzione

La celebrazione comunitaria della Liturgia delle Ore e della Divina Liturgia Eucaristica si pone al centro della vita del monaco di Grottaferrata.

Il rito bizantino italo-greco è quello proprio della Chiesa di Costantinopoli, l'antica Bisanzio, seconda sede episcopale del mondo cristiano dopo Roma. Il nucleo più antico di questo rito deriva dalle usanze della Chiesa di Antiochia: s. Giovanni Crisostomo (morto nel 407) prima di diventare vescovo di Costantinopoli era prete di Antiochia, e introdusse nel rito bizantino una preghiera eucaristica antiochena (l'anàfora), che ancora oggi porta il suo nome.

Celebrazione per la festa di san Nilo Nel IX secolo il rito bizantino assume una fisionomia sempre più marcatamente monastica. Figure di grandi riformatori del monachesimo come s. Teodoro Studita e s. Atanasio dell'Athos danno grande risalto alla poesia liturgica, e i loro discepoli hanno composto migliaia di inni per le più svariate feste e circostanze. Dalla stessa epoca si manifesta anche un influsso della Liturgia di Gerusalemme, i riti assumono così un aspetto marcatamente "orientale". La sintesi definitiva tra questi elementi è avvenuta attorno al XIV secolo, epoca a cui risale il rito bizantino quale lo conosciamo oggi. Ma non dovunque. Per esempio in questo nostro Monastero di Grottaferrata, a motivo anche della posizione di non facile contatto con l’Oriente, si segue il rito bizantino in una versione più antica, propria del nostro Typikòn, libro che regola giorno per giorno le celebrazioni liturgiche.

Tra i riti occidentali e orientali non vi sono differenze (a parte quelle culturali) riguardo allo scopo della loro esistenza, che è quello di celebrare su questa terra la gloria di Dio.

La liturgia italo-bizantina viene proposta a pellegrini e turisti in tutta la completezza dell’anno liturgico. Particolarmente significative sono le Liturgie della Settimana Santa.

Scarica il brano "O kalé mu" (Vita di san Nilo) in formato .mp3 (3,10MB - stream 192Kbps).

Il brano è cantato dal Coro della Schola Melurgica della Badia Greca di Grottaferrata, diretto da p. Lorenzo Tardo

Mappa sito

HTML5 Powered

HTML5 Powered with CSS3 Styling

© 2001-2017 Congregazione d'Italia dei Monaci Basiliani - Tutti i diritti sono riservati - [Credits]

Corso del Popolo, 128 - 00046 Grottaferrata (RM) - Tel. (0039) 06.945.9309 - Fax (+039) 06.945.6734